Le ascelle iniziano ad emettere odori impensabili, peli neri si affacciano su corpicini teneri, un piccolo bottone sotto al seno si manifesta, la rabbia si manifesta, mamma vorrei truccarmi, babbo posso stare alzato fino a tardi?

E sì, i nostri bambini crescono e cambiano, come non ci aspettavamo.

E diventano preadolescenti. Succede, si.

Può succedere all’improvviso di guardarli e pensare..”ma davvero lei era la mia cucciola?”.

E restare un attimo in pausa..

Lo stesso accade esattamente a loro..

”e ora? Ho i peli, le tette, la barba, cambio voce, puzzo..e ora? Che devo fare? Come devo essere per continuare a piacere? Come devo essere per andare bene?”

La preadolescenza si può paragonare ai 3 anni, quando tutti i bambini e bambine sembrano sbocciare con i loro no, le loro rimostranze e i loro primi capricci.

Dopo qualche anno ripropongono questo loro modo di interagire con il mondo, solo un po’ più deciso. Tutto qui.

Stanno cercando le stesse sponde, argini, paletti, limiti perché stanno sperimentando come potrebbe essere vivere senza. Giustamente, fisiologico.

Hanno bisogno di capire se quei confini che, come famiglia, avevate concordato valgono anche “da grandi” o gli abbiamo raccontato una marea di frottole.

Cioè nemmeno i genitori credono in ciò che hanno trasmesso ai loro figli fino ad oggi?

Ma se non trovano noi genitori belli saldi come coppia d’amore, come coppia genitoriale, come loro punti di riferimento (questo è innegabile), succede il dramma, lo sbando, le situazioni oltre limite, gli scleri familiari.

“Non mi permetti di vivere! siete tutti fuori di testa! Voglio fare come mi pare!..” frasi preadolescenziali classiche.

Frasi però che innescano nei genitori sensi di colpa incolmabili tanto da far dire sempre si anche a situazioni assurde: uscire e rientrare ad orari improponibili, uscire a tette e sederi di fuori, sistemarsi come donne trentenni alla ricerca di avventura, credere addirittura a bugie enormi come case pur di evitare lo scontro e quanto altro. 

Perché? Di cosa avete timore cari genitori?

Cosa potrà mai accadere se i vostri figli preadolescenti vi minacciano? 

Per favore, fate gli adulti.

La preadolescenza è ancora un’età in cui loro sono dei bambini..

Anche se a voi sembrano grandi non lo sono.

Non vi mettete da parte,

non fate fare loro ciò che vogliono, rinfrescate le regole che hanno caratterizzato la vostra famiglia e la loro crescita. Ne hanno assoluto bisogno.

E soprattutto FATE cose insieme a loro!

Sotto quella coltre di apparente adultità e distanza ci sono sempre loro, i bambini e le bambine che abbiamo cresciuto con pazienza e amore.

Non scordiamolo mai.

Francesca e Sadia Safina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.