gioco autonomo

I nostri figli non sanno più stare da soli. Siamo sempre pronti a farcirli di attività, momenti educativi, proposte interessanti… oppure, quando non ne possiamo più, li lasciamo in mano alle tecnologie, i baby sitter di oggi!

Punto primo: non siamo animatori. Siamo genitori

I nostri bambini e bambine non giocano mai da soli: a scuola perchè sono sempre in gruppo, fuori casa nessuno li lascia più perchè pare arrivi l’uomo nero a divorarli, e quindi siamo sempre a fianco a loro! Oppure i sensi di colpa perchè lavoriamo ci spingono ad essere onnipresenti!

Punto secondo: la vita semplice e gli oggetti quotidiani sono i migliori insegnanti

Noi genitori ci troviamo immersi su siti introvabili che parlano di giochi, costruzioni irraggiungibili, idee da rubare in qua e in là per far divertire i nostri figli e figlie nelle due ore prima di cena..è panico! Il piccolo sembra non essere incuriosito da nulla..ma come?

Per piacere, lasciate in pace i vostri bambini e bambine. Calma..

Hanno solo bisogno di sentire che noi siamo veramente li con loro, magari nella pace di casa, semplicemente li.

Senza niente di eccezionale, non serve, snerva.

Nel frattempo a casa c’è tutto quello che serve ai nostri piccoli perchè la loro attenzione sia attratta da cose da fare. Devono fare per imparare a crescere.

Quindi tutto quello che possono usare sarà a portata di mano.

Non su internet, di sicuro.

Lasciategli aprire cassetti, mettere a soqquadro, sporcarsi le mani impastando pizza, giocare con l’acqua dei rubinetti allagando il bagno, lasciategli suonare le pentole, colorare i muri (anche se dopo spiegherete con dolcezza che non si fa), fatevi aiutare a piegare i panni, a usare scopa, spruzzini, spugne piene di sapone, tutto ciò insomma che vive in casa intorno a loro.

E la vostra supervisione attenta, accurata, presente, sarà con loro, da lontano anche..

Hanno bisogno di SENTIRSI SOLI, MAI IN SOLITUDINE

Saranno soli in quella attività cercata da soli, saranno immersi con passione e impegno in quello che loro stessi hanno scelto di fare, crederanno nelle loro capacità, si fortificheranno, ricominceranno ciò che non gli piace, con pazienza. Lasciateli da soli, preparate tutta la scena per loro, i materiali giusti, sapete ciò che piace a loro, non si sbaglia.

Andate se vi vogliono mostrare ciò che fanno e incoraggiateli sempre!

Piano piano crescono in autonomia e felicità.

Vicini sì, insieme sempre e per forza no.

 

Francesca e Sadia Safina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *