casa safina scuola

Proprio così, la scuola fa male. Perchè ormai è quanto vali.

SCUOLA: praticamente oggi è diventato per i genitori il sinonimo di COME TI VORREI.

IL BAMBINO CHE HO SEMPRE SOGNATO DI AVERE: quello bravo a scuola, IL SUO RENDIMENTO SCOLASTICO, LA SUA INTELLIGENZA, QUANTO E’ BRAVO, quanto è brava. Il suo numero da 0 a 10.

Tanto più sei bravo a scuola, tanto più VAI BENE.

Dopotutto si sente dire… come  vai a scuola? Vado bene.

VA DO BE NE.

Questa è la fotografia istantanea di una bambina o di un bambino dei nostri tempi. Ci sono quelli che vanno bene e quelli che vanno male, con genitori a seguito.

Ai 3 anni della scuola dell’infanzia (materna come la chiamano ancora molti genitori!) devi già essere molto all’altezza delle situazioni, devi sgomitare ed essere un trascinatore delle folle, altrimenti cominci subito ad andare poco bene, maluccio insomma. Devi essere sempre quello davanti nelle foto della maestra, davanti nei video che si fanno a scuola durante attività particolari, davanti.

Per essere il bambino perfetto bisogna essere sempre il primo, brillare, ti si deve vedere.

Altrimenti senti… “ma il mio è inserito bene? gioca con tutti? O sta sempre solo?” genitori che vanno in crisi d’ansia perché forse il bambino o la bambina non vanno bene, sono diversi, troppo timidi, troppo sé stessi.

Oggi non va bene essere timidi, riservati, silenziosi, riflessivi, solitari, non va bene.

“Se vai bene sei un bravo bambino e ti amo, altrimenti no e così non ti voglio! Ti voglio diverso! Cambia. Cambia!!!’ e giù colloqui dai maestri e le maestre…

Ora.

Fermiamoci un attimo. E’ davvero così che vogliamo crescere i nostri figli e figlie?

LA SCUOLA NON E’ L’IDENTITA’.

LA SCUOLA E’ SOLO UN PEZZO.

La scuola è una performance, una prestazione del bambino e della bambina.

Che oltre la scuola è molto, moltissimo altro: un sognatore, una appassionata di musica, una grande osservatrice, un curioso del mondo, una atleta pazzesca, un bambino sensibile, un ragazzo solare, etc.

 

Come si trasforma in realtà?

Come si fa per cambiare questo dramma?

RIBALTIAMO TUTTO! CORAGGIO!

scuola casa safina

COL CORPO

Con gli abbracci, i sorrisi, sguardi di un amore totale per far sentire ai nostri figli e figlie che li amiamo solo e soltanto perché sono i nostri figli. “Mi piaci“.

Amarli incondizionatamente. Indipendentemente dal loro rendimento scolastico, indipendentemente dai numeri sulle pagelle.

Stacchiamoci dallo specchio delle aspettative!

 

CON LA PASSIONE

Chiediamo ai nostri figli e figlie di metterci impegno.

La passione e l’impegno che mettono nel curare le loro cose, le loro attività, i loro hobby, gli sport, gli amici, gli affetti, i nonni… e tutto questo lo respirano a casa, con noi genitori! Sosteniamoli quando vediamo il loro impegno, sproniamoli a metterci tutto ciò che hanno, in ciò che fanno, a fare del loro meglio.

Che ovviamente non può essere la BEST PERFORMANCE sempre!

Qualcosa riuscirà, altre volte sarà più difficile. Quello che conta è quanto io ci metto dentro di me!

Passione e impegno quindi… anche a scuola! A prescindere dal numerino.

 

CON IL QUOTIDIANO

La vita non è solo scuola.

C’è lo sport, (scelto insieme e non obbligato per farlo diventare un campione e una campionessa),

Stare insieme ad amici e amiche allenando le abilità sociali in contesti di gioco tra pari,

Le attività insieme , imomenti a casa dove si crea e ci si sente bene insieme (sperimentando con la scienza, con l’arte e i colori, cucinando, costruendo), trovate ispirazioni nel nostro articolo sui Giochi Montessori a casa 

I viaggi (piccoli o grandi che siano), che ci aiutano a scoprire le differenze e le ricchezze del mondo,

E tutto ciò fuori dalla scuola che vi viene in mente, le attività che insieme avete voglia di fare per crescere in autostima e armonia col mondo.

 

Rispettando le personalità dei nostri figli li accompagniamo nel processo di crescita a 360 gradi, con leggerezza e positività, che poi si porteranno in qualsiasi pezzo della loro vita!

 

E loro saranno felici! Avranno quella felicità vera di chi si sente pienamente amato sempre, oltre ogni numero!

E anche la scuola, vedrete, andrà meglio.

(E se proprio siete in difficoltà sul fare i compiti, ripartite dai nostri consigli sul rapporto con la scuola, Cliccate qui e sul rapporto con la lettura:  Come far amare la lettura ai bambini).

 

Zero Attese!

Zero Aspettative!

Zero Pressioni!

Zero ‘ma non sei come ti vorrei!’

Zero Giudizio!

 

 

Ora chiudi tutto, ama!

 

Francesca e Sadia Safina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *