Casa Safina

“NON TI RIESCE!”: come bloccare tuo figlio in 3 parole

bambini, casa safina, genitori

“Vieni lo faccio io, tanto non ti riesce”. E la trappola è fatta!

Quante volte ve lo siete sentito dire?

Quante volte l’avete detto voi senza pensare al loro effetto velenossissimo?

Sono PAROLE ADESIVO (come le chiamiamo noi), quelle che fin dalla prima volta che sfortunatamente le pronunci, si attaccano addosso, difficilmente si staccano, qualche adulto le ha ancora attaccate. Purtroppo sembrano Superattack.

Si dice così tanto per far prima, per aiutarli, per fargli vedere come si fa, e si fa al posto loro.

Si dice perché si sbaglia!

I GENITORI DEVONO FARE DA BASE SICURA, SONO QUELLI CHE CREDONO IN NOI! SEMPRE!

E con queste parole, invece, sapete cosa gli stiamo dicendo?

TU non sei adatto, io sono più bravo/a di te,

non ce la puoi fare, non ce la farai mai!

Se non gli lasciate mai fare le cose, sbagliare le cose, COME POTRANNO IMPARARE?

 

Si impara solo facendo, attraverso un’azione, attraverso un’esperienza agita.

Dentro un’esperienza vissuta in prima persona ci sono le emozioni, gli odori, il tatto, il suono, ci sono tutti gli elementi fondamentali per riattivare una funzione conservata nella memoria per usarla in altra situazione, e così si impara e si trasforma nel nostro pensiero.

Dicendo “non ti riesce” blocchiamo all’istante e completamente la creatività e l’estro di qualcuno che ci sta provando, e lo blocchiamo per molto molto tempo.

Difficile disconvincere qualcuno che non si sente capace. Difficilissimo!!

Tutto ciò vale esattamente anche per un adulto. Pensate a quanto è difficile imparare qualcosa guardando e basta. Qualsiasi cosa. Poi arrivi a realizzarla tu e fai casino, molto spesso.

Ed è ancora più difficile se ci sentiamo il giudizio squalificante addosso, messo da chi amiamo.

I nostri figli e figlie cresceranno e impareranno comunque, sì, ma a che prezzo? E in quanto tempo?

Sentendosi sempre indecisi, non credendo di potercela fare, sentendo che ai vostri occhi non valgono un granché (Vedi articolo “Autostima”)

 

Come si fa?

A loro serve che voi crediate in loro! Sempre!

Non in modo irreale, bambinesco e falso, non sono Superbimbi, ma che crediate nel loro impegno!

Devono sentire che con l’impegno ce la possono fare a fare tutto! (o quasi).

Non mostrategli come si fa, fate CON LORO!

Non fate al posto loro, rendete fattibile l’azione, alla loro portata!

Se non ci arrivano invitateli a prendere una sedia per arrampicarsi (ma non prendetegliela voi! Fatela trascinare, fategli sperimentare la loro forza! La forza viene dall’intenzione, non dai muscoli!)

Se non sono precisi guidate la loro mano dentro la vostra!

Se proprio non ce la fanno incoraggiateli a continuare a provare!

Frasi nutrienti:

“La prossima volta con più impegno ce la farai”

“Vedrai che crescendo, piano piano riuscirai a farlo, va bene così per adesso tesoro”

“Mettici più passione e ti verrà meglio”

Queste sono le frasi che ci piacciono, che servono, che fanno crescere. Che danno curiosità e motivazione di vedere cosa succederà.

 

Fate sentire che li sostenete, che credete in loro. Che sono adatti!

 

Adesso alza gli occhi, molla tutto, ama!

Francesca e Sadia Safina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: