Casa Safina

AUTOSTIMA COME SI COSTRUISCE:

autostima

 

Parlare di autostima non è per niente semplice! Da che parte si comincia… cos’è l’autostima?
Autostima è credere in se stessi, pensare di essere adeguati, pensare e vivere credendo di riuscirci, è equilibrio e armonia del nostro essere. Tutto questo miscelato insieme diventa presto una pozione magica delicatissima.

L’autostima non è innata, non è una caratteristica che si ha o non si ha, piuttosto la si costruisce attraverso la nostra storia di vita umana, come in un allenamento continuo.
Attraverso di noi costruiamo nei nostri bambini e bambine la loro autostima, insegniamo loro a credere in loro stessi. A sorridere davanti agli errori, prendendoli con la giusta leggerezza.

Attraverso la nostra vita e il nostro modo di essere passiamo ai nostri bambini e bambine il concetto dell’errore come risorsa, opportunità, idea nuova per ripartire. Con forza, coraggio, impegno e passione! Sorridendo!

Mi viene sempre in mente quella volta che facevo pittura con un gruppetto di 5 anni.
Fra loro un bimbo timidissimo e introverso, silenzioso e poco sorridente, gracile. Un tipo così… davanti ad un foglio di carta da pacchi bianco e un pennello in mano… ve lo immaginate?

Un pennello appena intuffato nel colore fermo in una mano.
La goccia di colore che cade prima che lui cominci la sua opera immaginaria mescolata con un pianto disperato…
“Tesoro! Ma guarda che schizzi fa questa goccia tutta da sola! È bellissima! È l’inizio del tuo lavoro!”
Il suo visino che si illumina, la magia dell’errore dal quale nasce una nuova occasione di fantasia!
È l’adulto che per primo deve vivere questo stile di vita, solo così lo contagia ai suoi cuccioli!
Crederci noi prima di loro! Questo è l‘essenziale!

Dando loro la fiducia in tutto ciò che compiono, incoraggiandoli mentre svolgono compiti nuovi e difficili per loro, incitandoli a riprovare li aiutiamo a crescere forti in autostima, forti nel credere che sono persone che ce la possono fare!

E ancora… Avete presente quando un piccolo di 4 mesi inizia a gattonare? Ecco, uguale. Prima di tutto gli togliamo tutto ciò che lo ostacola, tutina che fa scivolare le ginocchia e calzini, ovvio. E poi ad ogni piccolo spostamento sul parquet lo incitiamo a proseguire! Lui o lei fa fatica, tanta, ma mentre ci guarda prosegue con tutto l’impegno che ha mentre noi siamo li, sorridiamo e lo aspettiamo. E sono proprio i suoi errori di manovra che gli insegnano il modo giusto, che gli fanno vivere il potercela fare! Gli errori sono preziosi!
Questo facciamolo per tutta la crescita dei nostri cuccioli: sfrondiamo tutto ciò che ostacola la loro crescita serena, leggera e armonica, eliminiamo le nostre aspettative e paure e incoraggiamoli sempre a mettere il massimo della loro passione, del loro amore e del loro impegno nelle cose che fanno!
Incoraggiamoli e rispettiamoli nel loro essere se stessi!

Adesso chiudi il blog…abbraccia!

johanna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: